Consulenza sui sistemi di Certificazione

Marcatura EN 1090

La Norma si rivolge alle aziende che immettono sul mercato prodotti metallici strutturali.
Il campo di applicazione della EN 1090-1 risulta quindi piuttosto vasto e comprende componenti in acciaio e in alluminio utilizzati in diversi tipi di opere: capannoni, intelaiature per edifici residenziali o uffici, ponti in acciaio e calcestruzzo, viadotti, tralicci, stadi, grandi spazi espositivi

Dal 1 luglio 2014 è diventata obbligatoria la marcatura CE dei componenti strutturali

La certificazione è diventata obbligatoria per tutte quelle aziende che effettuano una lavorazione anche semplice su un componente strutturale. A partire da questa data le carpenterie (centri di trasformazione) che devono eseguire delle lavorazioni su strutture in Alluminio o acciaio dovranno essere certificate ai sensi del regolamento UE 305/2011.

Per poter immettere sul mercato prodotti marcati CE, questi devono essere qualificati attraverso l’’esecuzione delle prove iniziali di tipo (ITT) e deve essere stato implementato il controllo della produzione in fabbrica (FPC): Per il controllo della conforme applicazione di queste attività è necessaria la verifica di un Ente Notificato in accordo al Regolamento CPR, che rilascia una certificazione del Controllo di Produzione in Fabbrica (FPC).

Per quanto riguarda i requisiti di costruzione la normativa fa riferimento alla norma EN 1090-2 per le strutture in acciaio e alla norma EN 1090-3 per quelle in alluminio.